Idda è Idda. E Idda sono io

19/9/2019 Gerusalemme di San Vivaldo, Montaione È la fine di un… La Madonna Un gruppo di disperati Scienziati Nooooo, la scienza a quell’epoca… Sorridenti piuttosto Anche gli occhi gli sorridono Gente che chiama gli altri per fargli notare qualcosa di bello Una festa. Ma non grande, una festa gloriosa! Attesa e inquietudine La Resurrezione LoContinua a leggere “Idda è Idda. E Idda sono io”

Parla d’amore

5/9/2019 Biblioteca Pablo Neruda, Limite sull’Arno – Poesia integrata da “Alzo una rosa” di José Saramago (le parti in corsivo sono le integrazioni dei partecipanti all’attività) Alzo una rosa, e tutto si rischiara I fiori mi piacciono tutti Mi piace e basta. Mi piace senza tanti discorsi. Se mi piace una cosa mi piace. EContinua a leggere “Parla d’amore”

La liquirizia e la casa di Argingrosso

18/7/2019 Biblioteca Renato Fucini, Montespertoli – Poesia integrata con “Le mie  radici” di Alda Merini (le parti in corsivo sono il contributo dei partecipanti) Le mie radici sono ben salde anche se lontane dalla propria terra. Le mie radici sono come legni d’ulivo con le braccia protese quasi a voler accarezzare la rossa e argillosaContinua a leggere “La liquirizia e la casa di Argingrosso”

Rivoluzionario è essere noi stessi

6//6/2019 MMAB Montelupo Fiorentino – Poesia integrata con “Abbiamo bisogno” di Franco Arminio (le parti in corsivo sono il contributo dei partecipanti all’attività) Dobbiamo non sprecare intelligenza, felicità, amore, benessere e salute! Abbiamo bisogno di contadini, che sono il sale della terra, di poeti, gente che sa fare il pane, (abbiamo bisogno) di lavoro eContinua a leggere “Rivoluzionario è essere noi stessi”

Ginevra sono io

30/5/2019 Casa Pontormo, Empoli Ginevra sono io Ginevra. Questa bella donna sembra che abbia qualche problema, la volevo vedere felice, non così triste. Così, l’ho messa tra le stelle. Così mi sembra più bella, più originale. Questo l’ho fatto io! Il tramonto è una cosa romantica … Mi ha ricordato una cartolina che mi haContinua a leggere “Ginevra sono io”

Dentro al nostro cuore

27/9/2018 Biblioteca Pablo Neruda, Capraia e Limite – Poesia integrata  con “Dentro il  mio cuore” di Fernando Pessoa ( le parti in corsivo sono il contributo dei partecipanti) Porto dentro il mio cuore, come un cofanetto pieno che non si può chiudere, tutti i luoghi dove sono stato, tutti i porti dove sono arrivato, tuttiContinua a leggere “Dentro al nostro cuore”

Che vuoi che ci sia in un pezzetto come questo?

28/6/2018 Biblioteca Renato Fucini – Certaldo Ma che è questa macchina? Sembra quella per fare le giunte, è una bella soddisfazione! Il sindaco era orgoglioso di essere il primo laureato di Certaldo e chiese di andare a prendere i ragazzi da casa per portarli a scuola. Una volta a settimana avevano il rientro e gli dicevoContinua a leggere “Che vuoi che ci sia in un pezzetto come questo?”

Se son sorde tutte, son sorda anche io

7 giugno – Casa Boccaccio, Certaldo Sembra una cosa nuova. Il giardino è un posto dove si sta bene. Mancano gli alberi, i cipressi sono alti e non fanno ombra Tanti colori, vorrei tanti colori. Spazioso Avvolgente, così chiuso il tempo che scorre lentamente, pace e serenità. Porta gioia, tranquillità. Non l’ho visto mai inContinua a leggere “Se son sorde tutte, son sorda anche io”

Il vento

31/5/2018 Biblioteca Indro Montanelli, Fucecchio Poesia integrata – Il Vento di Gianni Rodari –(le sezioni in corsivo sono le composizione integrate dai partecipanti all’attività)   Se mi piace il vento?! Mica tanto! Spesso è fastidioso, se è ghiaccio poi… blocca la circolazione del sangue… UUHH… UUHH… E spettina… A me fa sentire triste… che noia…Continua a leggere “Il vento”

Giovanna sullo scoglio

24/5/2018 Museo Civico, Fucecchio Oh chi è, un lo so, un la conosco. Per lo meno sta bona bona… ma com’è nera! Mah, secondo i miei occhi è fatta male, la forma… por’omo, pare patito, forse ha mangiato poco, ha le gambe sproporzionate. Sai, erano altri tempi. “Oh tesoro! Scusa se t’ho parlato male!” MaContinua a leggere “Giovanna sullo scoglio”

Profondo da far paura!

21 maggio 2018 – Palazzo Pretorio, Certaldo Lavoravo in un tacchificio. Smettevo di lavora’ e andavo a lavora’ da un’altra parte fino alle 6 di mattina. Volevo compra’ casa. Hanno portato via tutto, quadri, lavatrice (i ladri). Mi avevano detto che una volta qui c’erano le carceri. Quante cose che c’è. Appena la vidi miContinua a leggere “Profondo da far paura!”

È senza costume, ma che vuoi che sia!

17/5/2018 Museo Civico, Fucecchio Bella donna! Ha un bel fisico. Un colore un po’ verdastro…tutto questo verde, questi colori: bisognerebbe ripulirla. Non è viva. È morta e se un si sta attenti, fa morì anche noi! Io un ci vo vicino, così un la tocco e un mi succede nulla! Morta?! Per niente! Anzi, staContinua a leggere “È senza costume, ma che vuoi che sia!”

Ode al giorno felice

26/4/2018 Biblioteca Comunale Vallesiana, Castelfiorentino Poesia integrata Ode al giorno felice di P.Neruda (le sezioni in corsivo sono le composizione integrate dai partecipanti all’attività) Questa volta lasciami essere felice, non è successo nulla a nessuno, non sono in nessun luogo, semplicemente sono felice nei quattro angoli del cuore, camminando, dormendo o scrivendo. È una cosaContinua a leggere “Ode al giorno felice”

È la nostra bella serata!

17/1/18 – Museo della Collegiata di Sant’Andrea, Empoli Tutto! C’è di già Ognuno piglia, e piglio quello Tutto per bene … e non a coccio di legno E tricchete tracchete Si deve dire … e quello Che ci metto Son cose che si sentono nel cuore L’Uomo che viene crocifisso Che porta il dolore diContinua a leggere “È la nostra bella serata!”

E scopro una coincidenza

2/3/2017 Chiesa dei Santi Prospero e Tommaso – Annesso Palazzo Pretorio, Certaldo   Macchiato bene, tinto bene, verniciato. Tante cose belle e cose vere, Da ricordarsi sempre. Le cose belle come queste, sono le prime cose da far vedere Ci viene voglia di dire tante cose Ci restano nel cuore e stare insieme è piacevoleContinua a leggere “E scopro una coincidenza”

Amate la terra perché da lì avrete la vita

16/2/17 Mu.Me.Loc. Cerreto Guidi. Biblioteca Che bel pomeriggio s’è passato! Io vedo i nuvoloni che si litigano il cielo! “Amate la terra perché da lì avrete la vita”. Avanti di piglià marito facevo la contadina, una vita triste, faticosa! Un c’era soddisfazioni, poca roba! Si raccattava poco. Poi il mi babbo ero uno rustico, cattivoContinua a leggere “Amate la terra perché da lì avrete la vita”

Cosa sono

L’importanza di trascrivere. L’espressione creativa è importante per tutti, ma ancora di più per le persone colpite da demenza per le quali le occasioni per poter esprimere un proprio parere o i propri gusti, diventano sempre più rare se non del tutto inesistenti. Saper comunicare tramite la creatività e la libera interpretazione diviene una fondamentale alternativa perContinua a leggere “Cosa sono”

La verdea va giù liscia.

 2/2/17 Mu.Ve. Museo del Vetro. Empoli Quando rientra in casa il marito, se trova la tavola apparecchiata dice: “Brava la mi moglie, basta mangiare alla svelta! Perché io ho fame”. Si vede che lui era contento, non importava che facesse tante cose. La bottiglia, il bicchiere, ma manca il piatto; quella per l’olio e l’aceto, così…Continua a leggere “La verdea va giù liscia.”

Ognuno per conto suo

10/1/2017 – Museo della Ceramica di  Montelupo Fiorentino È vecchio, ma è buono, non è mica rotto, ma è una cosa speciale, è stato ritrovato!Ma tutti eh, anche noi quando si invecchia… Chissà quanto tempo gli ha! Mi piace perché c’è questo disegno, mi sembra bellino  come lo hanno fatto, a toccarlo gratta un po’Continua a leggere “Ognuno per conto suo”